La fashion week, per tutto il settore moda, è una sorta di esame di laurea, il test finale, il momento di celebrazione di un lungo percorso creativo, individuale e corale, in cui le indagini fatte, le ricerche di nuovi tessuti e muse ispiratrici, trovano finalmente il loro spazio lungo le passerelle. Un esame  sul futuro prossimo - non facciamo in tempo a pronunciare la parola “autunno” che ci ritroviamo “sbocciati” nella primavera che verrà – al quale un tempo era difficile assistere perché riservato ai pochi addetti ai lavori. Con occhi indiscreti e pass alla mano, si cercava di scoprire e di sbirciare tutte le tendenze delle più grandi case di moda internazionali, scrivendo appunti veloci d’ispirazione che sarebbero stati prima studiati e poi esposti con orgoglio nella propria boutique. 

Con l’arrivo del web, ma soprattutto dei social netowrk, le regole cambiano, gli equilibri del comparto moda subiscono una vera e propria digital transformation in grado di attivare nuovi canali con il pubblico. E così tra chatboat, dirette streaming, analytics e IG stories nei canali degli influencer più in voga, mi sono ritrovata anch’io immersa in questa nuova dimensione, pronta, smartphone alla mano, a condividere live questa Milano Fashion Week trasformata, sempre creativa e socialmente estrema. Una MFW che rischia di lasciare indietro chi non ha saputo ascoltatare il cambiamento e che darà una chance a chi invece ha  saputo mettersi in gioco mettendo in soffitta le vecchie abitudini. 

Lasciandomi tasportare dalle novità e dalla bellezza, sotto l’hashtag #mfw ho cercato di racchiudere non solo i trend che definiranno lo stile della primavera/estate 2019 dei nostri negozi Chirico Donna ma anche gli incontri con gli esperti del settore che, facendomi dono della loro amicizia, hanno arricchito il mio bagaglio professionale e umano. 

Le tendenze S/S:

RAFIA

Sarà il materiale per eccellenza dalla prossima stagione; la sua semplicità e naturalezza intreccerà borse, sandali e accessori. La sua allure artigianale conquisterà ogni look estivo.

MICROPOIS

Un leggero pulviscolo di pois ricoprirà con eleganza e discrezione i capi della prossima estate. Un fascino retrò immancabile in abiti, bluse e pantaloni e borse.

PVC

La parola d’ordine è trasparenza: il PVC ritorna ad essere protagonista. Amato e odiato allo stesso tempo, il PVC sarà un materiale predominate soprattutto negli accessori.

STILE GIPSY

Accostamenti di stampe, tessuti svolazzanti e colori: lo style gipsy abbatte ogni barriera nella moda primavera/estate mixando folklori ed epoche.

RIGHE

Non c’è estate senza quel richiamo marinière. Anche per la prossima stagione, le righe maxi e coloratissime invaderanno i nostri armadi in lungo e in largo. 

SOSTENIBILITÀ

Cresce sempre di più l’attenzione nei confronti del nostro pianeta per favorire l’uso di materiali e processi produttivi all’insegna della sostenibilità. Molto più di un trend, ma una pratica, un valore inestimabile che incontreremo in tanti progetti di moda e linee di capi d’abbigliamento della prossima stagione. Fonte www.repainted.it